Indice: Gardenia
gardenie fiori
Gardenia fiore

Le Gardenie, nome comune Gardenia Jasminoides, sono arbusti di dimensioni piccole o medie, sempreverdi, che producono grandi fiori bianchi o crema, intensamente profumati, ne esistono svariate specie, in tante classificazioni, principalmente diffuse in zone umide come Africa, Asia e Oceania. 

Le specie diffuse e coltivate in Italia non superano la decina, hanno tutte grandi foglie di colore scuro, lucide e leggermente cuoiose, sempreverdi e di forma ovale. 

Solitamente però, troviamo varietà particolarmente decorative, con fiori stradoppi o con un aroma molto intenso. Quelle che coltiviamo in appartamento si mantengono abbastanza piccole, non superando i 45-65 cm di altezza e larghezza; se invece si coltiva una gardenia in giardino, si può ottenere un arbusto decisamente più imponente.  

Gardenia Talea: varietà e caratteristiche

La Gardenia Jasminoides è una delle specie più comuni e diffuse, si riconosce perché forma un arbusto denso e compatto, ben ramificato, che porta foglie scure, con le venature molto marcate, abbastanza coriacee. 

Le origini di questa gardenia sono asiatiche, in particolare proviene da Cina e Giappone, per poi raggiungere l’Europa alcuni secoli fa. 

I fiori si presentano grandi, doppi o stradoppi e hanno petali carnosi, vellutati al tatto e il profumo in alcuni casi, risulta quasi eccessivo. 

La fioritura della pianta è continua, dalla primavera fino all’autunno, può fermarsi in caso di siccità o temperature molto alte; tipicamente le gardenie in vivaio però sono forzate a fiorire in qualsiasi periodo, anche in pieno inverno, per renderle appetibili alla vendita. 

Gardenia - Profumo
fiori gardenia
Pianta fiorita - Fiore
fiore gardenia

Gardenia significato: evoca il sentimento della sincerità, tanto che viene regalata per sottolineare la presenza di questa caratteristica da parte di chi la porta in dono. 

In alcune zone del mondo il fiore viene associato alla bellezza che sfiorisce con il passare del tempo. Addirittura, nell’Ottocento i nobili la usavano portarla all’occhiello, mentre le donne la appuntavano sugli abiti durante le uscite serali a teatro. 

Oggi invece, la troviamo come grande protagonista negli allestimento floreali delle cerimonie, in modo particolare in quelle matrimoniali, in questo caso sta a significare la felicità e la purezza.

La Gardenia: coltivazione

La gardenia come coltivarla? La Gardenia può essere coltivata sia in appartamento che in giardino. Come detto in precedenza, però, essendo piante abituate a un clima non eccessivamente caldo, ma non troppo resistente neanche al freddo, le maggiori difficoltà riguardano l’acqua e la posizione in cui metterla. 

Infatti, durante le caldi estati mediterranee e in inverno in appartamento, dovuto all’impianto di riscaldamento, l’umidità ambientale è decisamente bassa, questo vuol dire che la gardenia vegeta bene ma rimane completamente priva di fiori. 

Nonostante questo, la bellezza della pianta resta e le ha portate a insediarsi in molte case e in molti giardini. 

Si tratta di piante acidofile, quindi prima di tutto necessitano di un terriccio fresco, abbastanza ricco, e acido, appositamente preparato, mescolando torba, poca sabbia e del fertilizzante; in vivaio possiamo trovare anche già dei terriccio per acidofile opportunamente miscelati e fertilizzati.

Tipicamente le gardenie da appartamento si mantengono di dimensioni contenute, perché la coltivazione in vaso non permette all’arbusto di svilupparsi a piacere, trovano spazio in una zona ben luminosa della casa, ma non esposta ai raggi diretti del sole.

Gardenia - Fotografia di stock
gardenia coltivazione

Come coltivare la gardenia? Se invece vuoi coltivare la gardenia in giardino, è bene sapere che la pianta può sopportare brevi gelate, non eccessivamente intense; esistono anche varietà particolarmente resistenti, ma in linea di massima non sopportano temperature inferiore ai -10°C

Se viviamo in una zona in cui ci sono inverni particolarmente rigidi, sarà necessario coprire la gardenia o coltivarla in vaso, per poterla poi spostare in serra.

Si coltiva in buon terriccio per piante acidofile, fresco e ben drenato, in modo che non siano soggette a ristagni idrici. 

Nei giardini italiani queste piante devono trovare un posto simile al sottobosco, caratterizzato da zone in mezz’ombra luminose, fresche, umide e prive di eccessivi sbalzi di temperatura. 

Le annaffiature dovranno essere regolari, intensificandole nel periodo estivo e diradandole in inverno. Quindi evitare le posizioni troppo soleggiate o esposte al vento invernale e prediligendo aiuole addossate alla casa. 

Gli utenti hanno cercato anche:

  • Gardenia come curarla?
  • Terriccio per gardenie.
  • Coltivazione gardenia in giardino.